L’intolleranza al lattosio

L’ intolleranza al lattosio è una condizione determinata da un malassorbimento di uno zucchero contenuto nel latte, il lattosio. Il lattosio non è presente solo nel latte, ma anche nei suoi derivati: negli alimenti nei quali il latte è tra gli ingredienti principali e in molti prodotti industriali nei quali il lattosio compare tra gli ingredienti come latte, lattosio, caseina, caseinato.

Meccanismi

In condizioni normali, il nostro intestino produce una proteina, l’enzima lattasi, che ci consente di digerire il lattosio. Questa proteina è indispensabile per la digestione del lattosio e, se non è presente in quantità sufficiente, fa sì che il lattosio si accumuli nel nostro intestino. Questo zucchero digerito viene attaccato dalla flora batterica dell’intestino, fermenta e origina gas che si accumula, causando gonfiore e tensione addominale.

Vuoi sapere se sei predisposto all’intolleranza al lattosio?

 Te lo rivela DNASlim

La presenza nell’intestino di questo zucchero, inoltre, determina un accumulo di acqua, che rende le feci molli e provoca, nei casi più gravi, diarrea. L’intolleranza al lattosio è dovuta a una scarsa produzione di lattasi, con conseguente accumulo intestinale di lattosio che non viene digerito.


Intolleranza al lattosio

 

Intolleranza al lattosio: cause e sintomi

sintomi principali dell’intolleranza al lattosio sono di tipo intestinale: gonfiore, crampi addominali, tensione addominale, diarrea. La comparsa dei sintomi può insorgere già trenta minuti o dopo 2 ore dall’assunzione di alimenti che contengono lattosio. La gravità e il tipo di sintomi è fortemente soggettiva, così come la quantità di lattosio tollerata da ciascuno.

intolleranza al lattosio in italia

Forse non tutti sanno che…

in Italia, il 60% della popolazione è intollerante al latte (e solo il 25% di essi sospetta effettivamente di esserlo). Le persone, consapevoli o meno della loro intolleranza, presentano spesso sintomi lievi o associabili ad altre condizioni fisiche, come stanchezza e stress, e tendono a non preoccuparsi.

Come già detto, l’intolleranza al latte è dovuta alla mancanza dell’enzima lattasi, collocato a livello dei microvilli dell’intestino tenue e deputato alla digestione del lattosio, uno zucchero contenuto nel latte e nei suoi derivati. Concentrazioni elevate di questo enzima sono fisiologicamente presenti nei neonati e diminuiscono dopo lo svezzamento, fino a scomparire completamente in età adulta (nei soggetti intolleranti).

Sia per chi presenta sintomi evidenti e particolarmente fastidiosi, sia per chi non si trova particolarmente “infastidito” dalla sua condizione, è possibile rendere possibile la digestione del lattosio e togliersi lo sfizio di mangiare liberamente una pizza o della mozzarella fresca, grazie all’assunzione dell’integratore dell’enzima lattasi.

L’intolleranza al lattosio ha spesso una causa genetica: la presenza di una particolare variazione nel gene della lattasi determina una scarsa produzione di lattasi da parte delle cellule del nostro intestino in età adulta.

Intolleranza al lattosio: ruolo del test genetico

Abbiamo preparato un articolo scientifico che spiega il ruolo del test genetico nell’intolleranza al lattosio. Se sei interessato a questo tipo di informazioni, puoi iscriverti alla nostra newsletter e riceverai il documento PDF direttamente via mail! Attenzione: per poter ricevere l’articolo ti verrà inviata una mail di conferma, in modo da verificare l’indirizzo e-mail ed evitare di inviare spam (non piace neanche a noi).

Intolleranza al lattosio: ruolo del test genetico

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi GRATIS l’articolo sull’intolleranza al lattosio



Ho letto l'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati

Intolleranza al lattosio e dieta

Spesso l’intolleranza al lattosio può essere fonte di ritenzione e gonfiore, che ci possono ostacolare a raggiungere la nostra forma fisica. Ecco perché abbiamo messo a punto DNASlim Pancia e Fianchi: è un programma nutrizionale personalizzato, che combina l’analisi genetica dell’intolleranza al lattosio con il metabolismo di grassi e zuccheri, e il supporto di 90gg di un professionista della nutrizione dedicato.

Il servizio DNASlim Pancia e Fianchi è in grado di identificare questa variazione:

  • dando informazioni sulla predisposizione del soggetto all’intolleranza al lattosio;
  • fornendo una dieta che permette di tenerne conto;
  • consigliando i cibi giusti per affrontare l’intolleranza.


DNASlim pancia e fianchi

Leggi le testimonianze DNASlim®


DNASlim

Intolleranza al lattosio in TV

Di seguito il link ad un breve video con l’intervista a Francesco Menegoni del team g&life, che spiega l’intolleranza al lattosio, tratto dalla trasmissione “L’Universo è…” andata in onda su TV Koper Capodistria:


Intolleranza al lattosio video