intervista a Mi manda RAI3

“L’approccio multidisciplinare è il più indicato, perché la genetica è importante e va integrata alle altre informazioni riguardanti la persona.

“Il test genetico va interpretato, e contestualizzato in realtà serie che lo sappiano fare”.

La trasmissione MI MANDA RAI TRE si è rivolta a G&Life per fare chiarezza nell’ambito delle diete personalizzate alla genetica.

Nel corso del programma, grazie anche alla partecipazione della dottoressa Maria Grazia Carbonelli dell’ospedale San Camillo di Roma, è emersa l’importanza di rivolgersi a realtà serie, che sanno interpretare i dati in maniera corretta con un approccio scientifico.

Il metodo applicato da G&life è stato brevettato e testato in uno studio scientifico, mettendo a confronto i risultati ottenuti rispetto ad una dieta personalizzata “standard” su 200 persone per 2 anni. Il risultato è stato presentato al Congresso Internazionale di Genetica nel 2014 (European Society of Human Genetics, Pirastu et al., 2014).

L’approccio di g&life permette di:

– perdere più peso (fino al +33%);

– in minor tempo;

– agendo soprattutto sulla massa grassa.

Back to Top