Dieta vegana: pro e contro di questo regime alimentare

Che cos’è la dieta vegana? Così come me i vegetariani, i vegani non mangiano carne o pesce. Ma, oltre a ciò, decidono di non assumere alcun alimento di origine animale (uova, prodotti lattiero-caseari, miele). E di non indossare alcun capo di abbigliamento, di non utilizzare alcun cosmetico o prodotto di altro tipo nel cui processo produttivo siano stati coinvolti animali.

Di che cosa parliamo in questo articolo:

  1. Pro e contro
  2. Alimenti principali?
  3. Possibili carenze
  4. Conclusioni

 Una dieta vegana corretta, equilibrata e personalizzata?

 Te la rivela DNASlim

Questa scelta di solito si accompagna a uno stile comportamentale o a un attivismo sociale a difesa degli animali e del pianeta. Spesso il salto dalla dieta vegetariana alla dieta vegana è graduale e spontaneo. Passa sia attraverso la consapevolezza dello sfruttamento degli animali, che sta dietro a formaggi, latte, uova, e altri alimenti. Sia dall’idea che questi alimenti creino anche un maggiore impatto ambientale sul nostro ecosistema, a seguito delle trasformazioni cui sono sottoposti durante il processo produttivo.

a goat isolated on white background

La dieta vegana è di per sé molto restrittiva e dunque bisogna prestare estrema attenzione a seguirne una di tipo equilibrato, che preveda tutti i nutrienti necessari al corretto funzionamento dell’organismo. Secondo i suoi sostenitori, seguire una dieta vegana equilibrata permette di vivere più a lungo e di sentirsi in forma, con un maggior carico di energia, che solo gli alimenti vegan sono in grado di fornire.

In linea generale e a patto che venga eseguita in modo corretto, può essere seguita da tutti, tranne ai celiaci, a causa dell’alimentazione priva di glutine che sono costretti a seguire, già limitata. Vengono sconsigliate in generale diete vegane dietetiche, senza glutine e low-carb, poiché amplificano i contro della dieta vegana. Discorso diverso invece per i bambini, per i quali è fondamentale prestare maggiori attenzioni.

Pro e contro

I contro di queste diete sono potenzialmente molti: mal di testa, vomito, spossatezza, carenze nutrizionali e chetosi con nausea. Gli argomenti, invece, a favore di tale regime alimentare sono tanti. Se seguita attentamente, ci si ritroverà ben presto con un accentuato senso di benessere fisico: questo perché si tratta di una dieta detox, ovvero detossinante, poiché ripulisce l’intestino dalle scorie, diminuisce glicemia e colesterolo.

Quanto vale per te una dieta vegana personalizzata?
I servizi DNASlim la comprendono: ti seguiamo nel tuo percorso per 6 mesi.

Inizia oggi

Alimenti principali

Latte o creme di soia, di riso, di mandorle, d’avena. Biscotti senza latte, burro e uova, crackers e fette biscottate guarniti da uno dei tanti paté vegetali, frutta secca, pasta o di riso o di altro cereale in chicco, insalate di riso, di pasta, di farro, verdure fresche con l’aggiunta di tofu a dadini (o sbriciolato), alghe, tofu, seitan, bistecche o spezzatini di soia.

Il gomasio è un condimento tipico della dieta vegana a base di semi di sesamo tostati e sale. Altri condimenti: lievito in scaglie, semi di girasole o di zucca, olio d’oliva.

Ti potrebbe interessare anche Pregi e Difetti della Dieta Vegetariana.

Possibili carenze

Carenza di vitamina B12: non assumendo carne, un vegetariano può comunque ritrovare questo prezioso elemento nel latte e nelle uova. Nel caso di un vegano, invece, la preoccupazione rispetto alla vitamina B12 diventa concreta e sensata, perché si tratta di una vitamina che le piante non producono. Fonti alternative sono cibi addizionati con vitamine (meglio preferire quelli in cui l’aggiunta è limitata alla B12) o gli integratori (anch’essi solo limitati alla B12, perché le altre vitamine si ottengono da frutta e verdura).

La carenza di vitamina B12 inevitabilmente può portare ad un accumulo nell’organismo di omocisteina determinando lo stress ossidativo nell’organismo, aumentando i rischi per l’insorgere di malattie cardiovascolari.

Conclusioni

E’ importante seguire le proprie credenze, ma è altrettanto importante evitare che queste ostacolino il tuo benessere fisico! Come tutte le diete bilanciate, anche quella vegana ha bisogno di precise indicazioni per evitare di provocare l’effetto contrario a quello desiderato. Un esperto della nutrizione può essere la soluzione iniziale: il nutrizionista può redigere un piano personalizzato sulla tua persona, a seconda delle necessità nutritive.

Cosa c’è di più personalizzato del DNA?

La dieta genetica si basa sull’analisi di un campione di saliva (che viene analizzato in laboratorio), dal quale viene estratto il materiale genetico.

Esistono dei geni che permettono di sapere come metabolizzi i grassi e gli zuccheri. Queste informazioni sono molto importanti per la redazione di una dieta personalizzata efficace e semplice da mantenere nel tempo.


dieta vegana

 

La dieta personalizzata alla genetica è la dieta redatta tenendo conto delle tue informazioni genetiche e del tuo stile di vita. Un’alimentazione equilibrata è alla base del benessere personale. Scopri di più sulla dieta genetica e cosa può fare per te!

Scopri la dieta genetica