Dieta standard o dieta personalizzata: qual è la migliore?

Come faccio a scegliere tra una dieta personalizzata e una dieta standard? Come faccio a capire quale delle due diete sto effettivamente seguendo?

Non passa giorno senza che venga pubblicata, in rete o sui giornali, la dieta ideale, la dieta del minestrone, la dieta del riso, la dieta dell’arancia…

Ma queste diete standardizzate vanno davvero bene per tutti?

La maggior parte dei regimi alimentari che seguiamo sembrano miracolosi, e, in effetti, possono far perdere molti chili in poco tempo a una buona percentuale di persone. Tuttavia, gli effetti sono spesso controproducenti: queste diete, specialmente se troppo restrittive, rallentano il metabolismo, rendendo difficile mantenere il nuovo peso conquistato, per non parlare poi dei rischi per la salute. E, così, basta poco per riprendere le vecchie abitudini e con loro anche i chili persi.

dieta personalizzata genetica

Se stai cercando un modo per perdere peso in modo efficace, è bene innanzitutto non lanciarti allo sbaraglio con la prima dieta che trovi.

Una dieta standardizzata, prestampata ed uguale per tutti, non funziona

A parte alcune regole fondamentali che si adattano a tutti, una dieta efficace deve essere confezionata su misura, considerando molteplici variabili che cambiano da persona a persona, dato che il fabbisogno calorico e nutrizionale dipende da più fattori.

Dieta personalizzata

Sono molti i siti che richiedono di inserire i propri dati, come il genere, l’età, il peso, l’altezza, lo stile di vita, offrendoti una dieta personalizzata pronta all’uso: questi parametri possono far variare anche del 40% il fabbisogno calorico di una persona.

Vediamo alcuni semplici esempi: Anna è una ragazza di 35 anni, alta 165 centimetri, per 50 kg e svolge attività fisica leggera: in base a queste indicazioni, il suo fabbisogno energetico quotidiano sarà di 1.731 calorie. Elisa, invece, ha 45 anni, 1 metro e 60 di altezza, per 67 kg, e non si allena: la sua quantità giornaliera di calorie è di 1.377. Mario, 40 anni, pesa 83 kg, è alto 190 centimetri e pratica attività fisica intensa: il suo consumo energetico sarà di 2.800 calorie al giorno.

Quanto conta l’attività fisica in questi tre casi? Lo stile di vita contribuirà a bruciare il 35% delle calorie giornaliere di Anna, il 27% nel caso di Elisa e ben il 42% delle calorie assunte da Mario.

In realtà, una dieta personalizzata corretta tiene conto anche di altri elementi: condizioni personali, eventuali intolleranze, allergie, patologie, abitudini legate allo stile di vita. Per un calcolo preciso e personalizzato del fabbisogno calorico giornaliero e del rapporto tra micronutrienti, è sempre opportuno rivolgersi ad uno specialista, in grado di adattare la dieta alle condizioni soggettive. Un regime dietetico può addirittura essere potenzialmente dannoso, se messo in pratica da persone con determinate caratteristiche.

Vuoi sapere come attivare il metabolismo lento e seguire una dieta personalizzata efficace,

senza soffrire la fame?

 Te lo rivela DNASlim


dieta personalizzata dieta genetica

Per dimagrire in modo efficace devo stare a stecchetto?

Pensiamo spesso che per perdere peso si debba patire la fame. Ma seguire una dieta non significa necessariamente soffrire a tavola. Una dieta personalizzata è ben altra cosa: l’alimentazione è bilanciata e varia, con la giusta componente di proteine, carboidrati e grassi, per garantire un apporto adeguato di energia e nutrienti, tenendo conto anche dei gusti e delle preferenze individuali.

E come faccio a mantenere il peso forma?

Una dieta personalizzata ti porta gradualmente a cambiare stile di vita e ti insegna a comporre i pasti. E’ molto più semplice di quanto pensi: la nuova piramide alimentare, basata sulla dieta mediterranea, ti offre uno schema di base, che ti guida nella scelta del cibo e delle giuste porzioni, per dare senso di sazietà, senza esagerare con le calorie, e velocizzare il metabolismo.

Che cos’è il metabolismo?

Se di metabolismo parlano un po’ tutti, pochi ne conoscono veramente il significato. Il metabolismo è semplicemente un processo che avviene all’interno dell’organismo: trasforma tutto ciò che mangiamo in energia e questa energia viene utilizzata per far funzionare correttamente il corpo.

Ci sono delle persone geneticamente predisposte ad avere il metabolismo lento o con determinate patologie che lo rallentano, come l’ipotiroidismo. Queste persone perdono molto meno peso di altre, pur essendo molto simili e seguendo la stessa dieta.

La causa della difficoltà a dimagrire può derivare proprio da caratteristiche che vanno al di là dell’apparenza. Alcune parti del DNA influenzano, infatti, il colore degli occhi, la forma del viso, i capelli, ma anche il modo in cui metabolizziamo alcuni nutrienti.

Per accelerare il metabolismo, e, quindi, bruciare più energia, che poi si tradurrà in perdita di peso, è opportuno sostituire alla dieta standardizzata, una dieta specifica stabilita sul proprio metabolismo, come la dieta genetica, che abbina alla dieta personalizzata l’analisi del proprio DNA.

dieta personalizzata alla genetica

La dieta personalizzata alla genetica è la soluzione più innovativa per perdere peso

Perché è importante analizzare il DNA? Ognuno di noi ha un metabolismo diverso. E, come abbiamo visto, un metabolismo veloce permette di bruciare una quantità maggiore di calorie rispetto a un metabolismo lento.

L’analisi del DNA si concentra, in particolare, sui geni responsabili del metabolismo di grassi e zuccheri, che permettono di scoprire gli alimenti giusti per ritrovare il peso ideale.

 

    Metabolismo degli zuccheri

    Analisi dei geni che regolano il metabolismo dell’insulina e del glucosio, e quelli responsabili della ridistribuzione del grasso

    Metabolismo dei grassi

    Analisi dei geni che influenzano il senso di sazietà, lo stimolo dell’appetito, le modalità di consumo delle calorie, i livelli di trigliceridi e colesterolo

Cosa può fare una dieta personalizzata al DNA?

Molto. La dieta che si basa sull’analisi del DNA non segue le mode del momento: alla base del programma alimentare personalizzato, ci sono studi scientifici che dimostrano come una dieta genetica aiuti a perdere fino al 33% di peso in più, nella metà del tempo rispetto alle diete tradizionali e con risultati duraturi: a distanza di due anni dall’inizio della dieta, le persone che hanno seguito l’approccio genetico sono più snelle e fanno meno fatica a mantenere il peso raggiunto.

Perché seguire diete che non funzionano, se la dieta perfetta è scritta nel DNA?

 

Leggi le testimonianze DNASlim®

  • Myriam, 40 anni: “Non dimagrivo con le diete standardizzate”
  • Elena, 44 anni: “Ho scoperto come perdere peso”
  • Loredana, 64 anni: “Non sapevo di essere intollerante al lattosio”

DNASlim

 

CHIEDI A UN ESPERTO

Compila il form senza impegno per avere maggiori informazioni.
Riceverai anche un’esclusiva offerta da non perdere!



Ho letto l'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati