Dieta per colesterolo alto e intolleranza al lattosio: un esempio

Dieta per colesterolo alto e intolleranza al lattosio? Ecco l’esempio di Myriam, che, a 40 anni, ha scoperto di essere intollerante al lattosio e di avere un predisposizione alla ipercolesterolomia.

Con la dieta genetica DNASlim, Myriam ha migliorato il suo stile di vita e trovato l’alimentazione giusta per il suo organismo.

Attenzione: la dieta genetica DNASlim – tarata sull’analisi dei 12 geni responsabili del metabolismo dei grassi e degli zuccheri – è un regime alimentare altamente personalizzato, che tiene conto delle caratteristiche genetiche, uniche per ognuno di noi, e del nostro stato di salute. L’esempio, tuttavia, fornisce utili indicazioni e spiega nei dettagli come può strutturato un programma alimentare personalizzato alla genetica. 

Dieta per colesterolo alto: gli alimenti scelti oggi da Myriam

Il vantaggio di una dieta per colesterolo alto, basata sulla genetica? Puoi scegliere ogni giorno un menu diverso, in base al tuo gusto e alle tue preferenze del momento. DNASlim ti fornisce una dieta che viene incontro a ogni tua esigenza: grazie ai consigli del nutrizionista, puoi trovare ogni volta la soluzione giusta per te. Scegli anche tu, come Myriam, la dieta che premia un’alimentazione varia e ricca di tutti gli elementi nutritivi che ti fanno stare bene!


dieta per colesterolo alto dieta genetica

 

 

COLAZIONE: Una tazza di caffélatte, meglio caffelatte senza lattosio, o alta digeribilità con Cornflakes integrali (30 gr) e dolcificante (2 gr)

SPUNTINO MATTUTINO: Una mela (circa 150 gr) con gallette di riso  (30 gr)

PRANZO: Cous cous di verdure (60 gr) con tonno (80 g) e verdure di stagione (tra i 100 e i 300 gr) condite con olio (15 gr)

MERENDA: Thè, preferibilmente thè caldo, e barretta cereali (23 gr) con una spremuta di arancia o pompelmo (150 gr.)

CENA: Verdure di stagione (finocchi 300 gr) e bocconcini di Pollo (80 gr) al curry e sesamo con Riso basmati (30 gr). Come condimento: olio (10 gr).

Migliora il tuo stile di vita con una dieta bilanciata e basata sulle tue esigenze

Dieta per l’intolleranza al lattosio: i cibi consigliati

(geni interessati: Lattasi)

Come integrare la dieta per colesterolo alto, in caso di intolleranza al lattosio? I nostri nutrizionisti hanno consigliato a Myriam di limitare nella sua alimentazione ogni tipo di latte e derivati, come formaggi freschi (es. mozzarella, stracchino, ricotta, formaggi spalmabili) e altri prodotti come mascarpone, burro, panna e budini. Per integrare questi alimenti, gli esperti della nutrizione G&life Science consigliano di scegliere latte di soia, riso o mandorle o per chi non vuole rinunciare al latte di vacca prenderlo delattosato/altà digeribilità, mentre yogurt da latte scremato, e formaggi stagionati come, per esempio, parmigiano e grana possono essere consumati tranquillamente.

 

Dieta per colesterolo alto: i cibi consigliati

(geni interessati: Recettore LDL, LPL)

Myriam deve tenere sotto controllo il tasso di colesterolo. La dieta mediterranea è un ottimo modello di riferimento perché privilegia le proteine vegetali, la fibra e metodi di cottura sani. Myriam deve limitare in generale tutti i grassi saturi di derivazione animale, come uova, frattaglie, salumi, insaccati e carni grasse, e preferire alimenti come verdure fresche di stagione, pesce (specialmente quello azzurro), carni magre come pollo (petto), tacchino, coniglio, vitello, manzo magro, cavallo, maiale magro (lonza o filetto); per condire olio extravergine di oliva, preferibilmente a crudo, e legumi ricchi in fibra solubile.

 

Il consiglio di Myriam: «la varietà è la migliore alleata della dieta»

«Il mio consiglio per chi segue la dieta genetica DNASlim? Scegliete liberamente tra le alternative proposte nel programma alimentare; frutta o barrette a merenda, piatti unici con riso e verdure, secondi cucinati con spezie gustose, che limitano l’uso del sale e dei condimenti: la varietà e la fantasia è amica della dieta. E se, come me, amate le cucine etniche o mangiate spesso fuori casa, il nutrizionista – che vi segue passo dopo passo – saprà darvi la soluzione giusta.»

dieta per colesterolo alto dieta genetica

dieta per colesterolo alto dieta genetica

Non dimagrivo con le diete standardizzate

Dopo aver sperimentato diete preconfezionate che non mi hanno mai fatto perdere peso, ho voluto provare una dieta personalizzata e ho scelto DNASlim.

Non ho grossi problemi di salute, tranne una sindrome tiroidea autoimmune che rallenta il mio metabolismo ed è un invito a nozze per il colesterolo cattivo e la mia pigrizia.

Ho cominciato con la dieta genetica DNASlim un mese fa e ho ottenuto grandi risultati: non posso che consigliarla.
Nella mia dieta c’è di tutto – non come nei regimi alimentari iperproteici che ho seguito in passato – e, soprattutto, sto imparando a mangiare sano e cibi freschi

Myriam ha scelto DNASlim Essential

Non voleva iniziare da sola il percorso di dimagrimento, e la possibilità di avere a fianco un professionista della nutrizione quando i dubbi erano più forti l’ha aiutata molto.

DNASlim Essential offre il supporto di un professionista della nutrizione dedicato per 3 mesi.

Leggi le testimonianze DNASlim®

Ognuno di noi è diverso. Per questo, noi di dietagenetica, abbiamo pensato a diverse soluzioni. Leggi le esperienze delle persone che hanno provato DNASlim e scopri quale servizio hanno scelto.

  • Myriam, 40 anni: “Non dimagrivo con le diete standardizzate”
  • Elena, 44 anni: “Ho scoperto come perdere peso”
  • Loredana, 64 anni: “Non sapevo di essere intollerante al lattosio”

DNASlim
Back to Top