Dieta anticellulite: la soluzione nella genetica

Cellulite: quali sono le cause e la dieta anticellulite più indicata per tenere sotto controllo questo problema? In ambito medico si chiama PEFS (pannicolopatia-edemato-fibrosclerotica) e basta pronunciarne il nome comune per far inorridire tutte le donne. La cellulite è un processo infiammatorio del tessuto sottocutaneo ricco di cellule adipose. Si caratterizza per un accumulo dei liquidi di scarto (ritenzione idrica) negli spazi tra le cellule. E per un rallentamento del flusso sanguigno nei capillari.

Quali sono le cause della cellulite?

La cellulite si manifesta per lo più nelle donne per motivi ormonali e fattori ereditari. Ma anche a causa di un’alimentazione errata e uno scorretto stile di vita (inattività fisica, fumo, alcol,ecc).
Una dieta anticellulite si basa sul controllo del picco glicemico. Ovvero l’aumento della curva glicemica post-prandiale, che deve essere mantenuto mediamente basso.
Le continue oscillazioni della glicemia e dell’insulina costituiscono fattori aggressivi e favorenti gli inestetismi cutanei o cellulite.

dieta anticellulite

L’innalzamento dell’insulina provocata dall’aumento del glucosio nel sangue causa un aumento della permeabilità della membrana degli adipociti al glucosio. Questo fatto favorisce la trasformazione di queste sostanze in grasso di deposito. Le conseguenze sono l’aumento del peso corporeo e l‘accumulo di massa grassa nella cavità addominale nell’uomo e nel tessuto sottocutaneo nella donna.

La strategia dietetica mira a “svuotare” gli adipociti dall’eccesso di grassi accumulati a causa di una alimentazione scorretta che non tiene soprattutto conto della personale capacità di metabolizzare gli zuccheri semplici e complessi.

Una volta liberati gli acidi grassi dagli adipociti, entrano in gioco i fibroblasti che si trovano nel connettivo del tessuto adiposo. Queste cellule hanno una funzione importantissima: producono collagene, proteoglicani e le altre molecole costituenti la matrice extra cellulare.

I fibroblasti e la matrice extra cellulare condizionano la nutrizione e il metabolismo cellulare, l’ossigenazione e gli effetti che gli ormoni possono esercitare sulle cellule umane. Se vengono alterate le loro funzioni vitali, i fibroblasti, la composizione della linfa e del sistema linfatico vengono compromesse. Con queste condizioni la rimozione dei grassi diventa difficile, se non impossibile.

dieta anticellulite

 

Come combattere la cellulite?

Quindi ancora una volta è l’alimentazione, attraverso l’introduzione degli alimenti giusti, l’arma più efficace per assicurare un continuo apporto di sostanze essenziali e riuscire a mantenere il regime produttivo richiesto ai fibroblasti. La soluzione è quella di adottare una dieta anticellulite personalizzata che tenga conto in primis del proprio metabolismo degli zuccheri (carboidrati semplici e complessi). Questo per ottimizzare il controllo del picco glicemico e quindi sostenere i fibroblasti contro l’eccesso di acidi grassi saturi al loro interno.

Qual è la dieta anticellulite personalizzata più efficace?

Cosa c’è di più personale del proprio corredo genetico?

Esistono dei geni che influenzano il nostro metabolismo degli zuccheri. Tra cui i geni che regolano il metabolismo dell’insulina e del glucosio, e quelli responsabili della ridistribuzione del grasso. Conoscere come il nostro corpo reagisce a determinati nutrimenti può aiutarci a raggiungere più facilmente il nostro obiettivo di perdita di peso.

Analizzare questi geni è semplice: la dieta DNASlim si basa sull’analisi genetica. Il test del DNA non è invasivo, perché consiste semplicemente nello strofinare un tampone buccale all’interno della propria guancia per 1 minuto. Saranno i nostri laboratori certificati della Piattaforma Genomica siti presso il Parco Tecnologico Padano ad estrapolare le informazioni necessarie dai nostri geni.

Il genetista medico e co-founder di g&life, il professor Paolo Gasparini, interpreterà i risultati del nostro test genetico e passerà ai nostri nutrizionisti g&life tutte le informazioni utili alla redazione della nostra dieta personalizzata.

 

Ritenzione e dieta genetica

Le continue oscillazioni della glicemia e dell’insulina costituiscono fattori aggressivi e favorenti gli inestetismi cutanei o cellulite.

La strategia dietetica mira a “svuotare” gli adipociti dall’eccesso di grassi accumulati, tenendo conto della personale capacità di metabolizzare gli zuccheri semplici e complessi.

dieta anticellulite

La dieta anticellulite DNASlim è un programma diviso in 3 cicli.

Ogni ciclo è suddiviso in 3 fasi: la fase DETOX per disintossicarsi dalle tossine, la fase di RIEQUILIBRIO per riattivare il metabolismo e la fase di CONSOLIDAMENTO del risultato.

La durata del programma è 90 giornisarà il personal coach, all’inizio di ogni nuovo ciclo, a valutare la durata dello stesso, in base ai risultati ottenuti e al tuo profilo genetico.